Norme Comportamentali

Chastle è un mondo nuovo in continua evoluzione. Nessuno obbliga nessuno a farne parte. Se non si è d’accordo con l’impostazione di base si può benissimo migrare verso altri gruppi con una impostazione più consona alle proprie esigenze.
Non c’è il benché minimo interesse da parte di coloro che governano Chastle ad iniziare una discussione al fine di variarne la strategia con chiunque.
E’ tuttavia lecito, e anzi siete pregati di farlo, chiedere o proporre piccole correzioni di rotta.

I gerenti di Chastle possiedono un potere esecutivo e propositivo, ma non decisionale.
Non hanno alcun obbligo nei confronti di nessuno e sono autorizzati ad espellere chiunque si comporti in modo irrispettoso nei loro confronti.
Su Chastle non esiste la libertà di insulto verso chiunque. E’ ammesso farlo solo all’interno del gruppo apposito (Arena) e purchè si attenga sempre ad azioni di tipo giocoso e non provocatorio fine a se stesso.

Il bullismo non è tollerato in alcun modo. Credersi ed essere non sono sinonimi e Chastle ne è ben cosciente.

All’interno di Chastle si può parlare di qualunque argomento si desideri fornendo anche opinioni che esulano dal comune modo di concepire il mondo.
Non esistono schemi o dogmi a cui attenersi. Ognuno è libero di pensare ciò che più ritiene interessante, tuttavia non è consentito in alcun modo un comportamento impositivo nei confronti degli altri membri e ancor meno nei confronti dei gerenti.

Spesso si sente chiedere cosa è Chastle, tuttavia forse sarebbe meglio chiedersi cosa non è Chastle.

Non è una scuola e soprattutto voi non siete insegnanti. Nessuno vi ha mai qualificato come tali. Non avete superato alcun esame né concorso per accreditarvi come “portatori di verità inconfutabili”. Per cui i vostri pareri e opinioni sono e restano comunque tali. Non hanno alcun peso e non vengono minimamente presi in considerazione. Soprattutto perchè non sono mai stati richiesti da nessuno.

Così come non siete caporali. Non basta entrare in Chastle per ottenere il grado. Eventualmente esistono corsi appositi e bisogna guadagnarselo, ma di sicuro un semplice ingresso non lo fornisce in automatico. Per cui verbi imperativi sono da evitare accuratamente all’interno di un discorso.

 


 

images