no-brain

BO-BRAIN, covidioti e russofobici

  • no-brain

    Gender gap, solita propaganda

    Per procedere alla lettura di questo testo occorre spogliarsi di tutte le presunte convinzioni sul tema del divario, soprattutto salariale, tra uomini e donne e accogliere la possibilità che l’enorme quantità di dati su questo argomento abbia generato una visione nella maggior parte dei casi distorta rispetto a come effettivamente stanno le cose.Cos’è il Gender gap? Con questa espressione si intende il “divario tra generi”, con particolare riferimento alle differenze tra i sessi e alla sperequazione economica e professionale tra uomini e donne.Sul gender gap si sono scritte migliaia di pagine di giornale, se ne sente (giustamente) parlare in trasmissioni televisive, dibattiti politici e pagine di approfondimento su qualsiasi piattaforma social.…

  • no-brain

    Missile russo o propaganda di regime?

    Cade un missile in Polonia. I polacchi partono in quarta e urlano che se i russi non si scusano immediatamente, invocheranno l’art. 5 della NATO, secondo il quale un attacco a un paese membro è un attacco a tutti e merita risposta.Cominciano a palesarsi i segnali che dimostrano la provenienza ucraina del missile ma i professionisti dell’informazione continuano imperterriti a dare la colpa ai russi.Sui social personaggi come Letta e Calenda, si presentano con l’elmetto già indossato e con dichiarazioni indignate di condanna verso i russi. Solo successivamente si scoprirà che più che un elmetto somigliava molto a uno scolapasta.I segnali che il missile non sia russo si fanno sempre…

  • no-brain

    Migranti o Mikranti

    È cambiato il governo e puntualmente rispunta il problema mikranti. Perché si usa la k? Il motivo è semplice, perché non si tratta di migranti regolari ma persone senza documenti che cercano, per vari motivi, di entrare in Italia.La differenza è sostanziale, i migranti, quelli veri, arrivano con mezzi di trasporto convenzionali, aerei e navi, i mikranti invece arrivano grazie alle ONG compiacenti.La prima domanda da porsi è perché i mikranti non si comportano come i migranti normali? Uno dei motivi principali è che non hanno diritto, secondo le leggi vigenti, di entrare in Italia, per cui si affidano alle ONG che, incuranti delle regole, li sbarcano incuranti delle regole.Essendo…

  • no-brain

    Referendum russi ed elezioni statunitensi

    Verso la fine di settembre del 2022 in quattro province, da sempre appartenenti alla Russia ma successivamente occupate dall’Ucraina, si tenne un referendum sulla possibilità di tornare a essere province russe.Il referendum avvenne in modo tradizionale, ovvero consegnando schede dove la gente segna il proprio desiderio in modo segreto e poi le code vengono messe nelle urne che verranno poi sigillate e successivamente conteggiate pubblicamente. Osservatori stranieri indipendenti presenti nelle varie zone dorante quel periodo testimoniano l’assoluta regolarità del voto.Come era logico aspettarsi la maggioranza votò per essere annessi alla Russia.È bene ricordare che nel Donbass c’era già stato un referendum per l’indipendenza nel 2014, vinto per oltre il 90%…

  • no-brain

    Prmio Nobel

    Una vignetta di Alfio Krancic descrive i requisiti necessari per poter essere insigniti del premio Nobel. Prendiamo spunto per analizzare quanto enunciato. 1) essere di sinistraMolti credono che essere di sinistra significhi credere in valori che pongono il popolo al di sopra di tutto ma è una visione totalmente falsata. In realtà è solo frutto d’indottrinamento.Chi si riconosce come appartenente all’asinistra è generalmente qualcuno incapace del benché minimo spirito critico. Non è in grado di elaborare un pensiero autonomo per cui lascia che siano altri a pensare per lui. Ripete gli slogan che gli vengono inculcati senza minimamente rendersi conto che si tratta di semplici frasi a effetto con l’unico…

  • no-brain

    Votanti e non votanti

    Nel periodo elettorale ritorna un altro nemico da odiare. No amici, non si tratta del fassismo, quello è il nemico solo per i sinistrati, ne esiste un altro ancor più subdolo e che mette d’accordo tutti: i non votanti.Reietti irresponsabili colpevoli di tutti i mali del Paese. È colpa loro se i politicanti hanno distrutto l’Italia. Chi li ha eletti non ha alcuna responsabilità, tutte le colpe sono chiaramente da imputare ai non votanti.Anche qua si usa il classico schema che viene applicato ripetutamente.È colpa dei novacse se il vairus è ancora vivo e vegeto, non certo del siero sperimentale benedetto dagli dei.È colpa dei filoputignani se il gas non…

  • no-brain

    Se Draghi desse le dimissioni

    Gli aerei italiani in scalo a Berlino resterebbero lìSenza Drahi l’Italia finirebbe in AfricaCon Draghi l’Africa confluirebbe in ItaliaL’ArgentinaFaremo benzina col mutuoBeni razionati e assalti ai forniAvremo biciclette di legnoPrepareremo il caffè con la cicoriaI cafoni e le prostitute c’invaderannoLe auto andranno a carbonellaNon compreremo più la carneCompreremo il caffè con le carrioleI bond saranno carta stracciaIl valore delle nostre case crolleràCasta, cricca e corruzioneFaremo la fine della GreciaNe pagheremo le conseguenze per 200 anniCi sarà la corsa agli sportelliII debito pubblico triplicherà ogni giornoPer scaldarci d’inverno faremo falò in casa con gli infissi delle finestreTorneranno le code alle frontiereAlmeno una generazione perduta nel mondo interoTorneremo a vivere nelle grotteL’Italia…

  • no-brain

    Il governo dei migliori

    Mi fanno sempre molto ridere coloro che “lanciano l’allarme democrazia in pericolo”. Credono di essere le vedette che vedono più lontano degli altri mentre in realtà sono le retrovie che non si sono ancora accorte che la democrazia, sempre ammesso che sia mai esistita, ha cessato di esistere ormai da lungo tempo. Viviamo in un paese in cui il presidente del consiglio, definito “il migliore”, definisce aberrante il dissenso e lo proprio mentre sostiene di vivere in un paese libero.Lo stesso presidente del consiglio che invoca editti bulgari per tacitare chiunque non sia prono alla propaganda NATO.Lo stesso presidente del consiglio che pretende il contraddittorio in una intervista come se…

  • no-brain

    Storie di vita vissuta

    Un estratto da Madri che feriscono di Anne-Laure Buffet – Feltrinelli, 2019 La negazione del padreAlcune madri non sopportano l’amore del figlio per il padre. Sono loro ad averlo portato in grembo, averlo messo al mondo per cui appartiene a loro e solo a loro. Provano una gelosia distruttrice e si sforzano d’infangare l’immagine paterna, di rendere il padre odioso o di allontanarlo il più possibile perché non interferisca nel rapporto madre-figlio; cercano perciò di farlo sembrare mostruoso, violento, cattivo. Questa gelosia assume un aspetto nevrotico, si esprime sotto forma di collera e disprezzo e non viene mai meno; la madre fusionale prova questi sentimenti che sono radicati nell’odio nei…

  • no-brain

    Monopattini e femminarde

    La preghiera del femminuccismo: “dacci oggi la nostra lamentela quotidiana”Sembra Lercio invece è Repubblica, anche se in fondo non sono poi così distantiL’ultima frontiera del “ce l’hanno tutti con me, sono vittima del patriarcato” si scaglia contro i terribili monopattini elettrici, l’articolo dice “un esempio di progettazione ed esperienza d’uso sostanzialmente discriminatorie per le donne”.Mamma mia quanto è difficile essere donna nel XXI secolo! Adesso pure i monopattini sono un esempio di discriminazione, lo dice un intelligentissimo sondaggio realizzato dalla Gender Equity Commission.Che diamine, bisogna rendere il mondo dei monopattini elettrici più giusto.“Nel Regno Unito, Paese campione dell’indagine, il sistema stradale è considerato ostile, così come l’atteggiamento della maggioranza degli…