Nel mondo occidentale, il 1° maggio, come il 1° novembre, e’ un giorno che ha un significato tradizionale. Il 30 di aprile, la vigilia del 1° maggio e’ conosciuta in Germania, in particolare presso il massiccio montuoso Harz, ‘Walpurgisnacht’, o la notte di Valpurga. Secondo la tradizione popolare, durante tale notte si svolgeva il sabba delle streghe. In tale data si compivano speciali riti popolari contro le streghe. Santa Valpurga era una religiosa inglese (710 circa – 779), sorella dei santi Villibaldo e Vunibaldo, nel 761 divenne badessa del monastero di Heidenheim. La sua tomba, dalle cui pietre sgorgava periodicamente un liquido ritenuto miracoloso (l’olio di santa Valpurga), divenne meta di pellegrinaggio. La sua festa e’ appunto il 1° maggio.

s. Valpurga  badessa [Walburga, * 710 c.a Devonshire, Wessex (Inghilterra) + 25/02/779 Heidenheim (Germania)

30 Aprile – Notte di Valpurga
Il 30 Aprile era celebrato nell’area dell’attuale Germania (in particolare sulle Montagne Harz) e prendeva il nome di Walpurgisnacht (la notte di Valpurga). In quel giorno si riteneva che le streghe si radunassero sulla cima delle montagne per adempiere alle loro stregonerie ed evocare diavoli e demoni.
Valpurga in tedesco, Walpurga o Walpurgis, deriva dall’antico Walburga composto da Wal che significa “mucchio di uccisi” o anche “battaglia” e da Purag che vuol dire “castello” o “città fortificata” e cioè difesa nella battaglia o o secondo alcuni “castello dei morti”.
E’ una festa di tradizione germanica che fu condannata dalla chiesa come “notte dedicata alla magia e al culto del diavolo”, ma , alle origini , era festa di gioia. Santa Valpurga, fu monaca inglese  e badessa del monastero tedesco di Heidenheim dove fu sepolta il primo maggio 871.
Il primo maggio è Santa Valpurga. Valpurga, sorella di San Willibad, nacque in Inghilterra all’inizio dell’ottavo secolo (710) e morì in Germania nel 777. Le sue ceneri sono conservate a Heichstadt e sono méta di particolare culto da parte dei credenti.
La notorietà di tale notte si deve, però, a reminiscenze di origine pagana: in occasione del ritorno della primavera (notte tra il 30 aprile e il primo maggio) i demoni si davano appuntamento con le streghe sulla cima delle montagne e in modo particolare sul Brocksberg.
Per mantenere lontano dai villaggi gli spiriti maligni la gente della campagne tedesche, inglesi e scandinave è solita accendere dei grandi falò in cui bruciare fantocci che rappresentano streghe oppure delle scope di saggina. Tale cerimonia è detta “scacciare le streghe” e più alte sono le fiamme, più alta sarà la protezione contro il Male. Per questo motivo nei giorni immediatamente precedenti alla Notte di Valpurga tutta la comunità si affanna a raccogliere la maggior quantità di legname possibile.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.